i

Black is Back: Il lato raffinato della cucina

Il nero è la tinta elegante per eccellenza, nella moda come nel design di interni.

Essenziale, basic, seducente. Come un tubino, un pantalone, una giacca. Sempre perfetto, dal giorno alla sera, dal casual all’occasione. Un evergreen, il “non” colore che non fa mai sfigurare e che dona ad ogni oggetto della casa un’energia misteriosa, fascino, seduzione. Il nero può arredare ogni stanza, dal bagno al salotto, dalla camera da letto fino alla cucina, come dettano gli ultimi trend. Spezza le tonalità più chiare, creando raffinati contrasti, minimali e sobri. Se accostato al bianco, al beige, al panna, al cipria, all’oro chiaro sprigiona il suo lato più signorile e ricercato. Dà risalto agli inserti in metallo o in legno. Scatena originalità e animo rock, se sapientemente abbinato al rosso, al rosa o alle gradazione del grigio. Rende ancora più sofisticato un pavimento a mosaico o una parete a vetro. Si riempie di luce se unito a piccoli punti giallo limone, l’arancio o il verde acido, mentre diventa audace e di forte impatto, se utilizzato da solo o assieme a toni come il blu elettrico.

Il nero attira subito gli sguardi su di sé quando riveste, in tessuto o pelle, divani e poltrone. È perfetto, in versione lucida o opaca, per il tavolo da pranzo e il mobile del soggiorno, in un contesto classico come in quello più contemporaneo. Una scelta chic, anche per chi non vuole osare troppo: bastano una manciata di dettagli, una lampada, un tappeto, un grande orologio a parete, qualche cuscino in velluto poggiato sul sofà. 

Con i toni dark il bagno si veste di glamour. La stanza prenderà vita con le piastrelle a mosaico, giocate sui toni del bianco e grigio, con finiture lucide e particolari cromati. L’accostamento con l’oro regalerà sontuosità.  Nella camera da letto, il nero rende tutto più ordinato. Anche qui, si può decidere per l’intero mobilio o solo per arricchire con piccoli dettagli. Sui tessuti, permette di giocare con le fantasie, con copriletto, cuscini e lenzuola rigati, a pois o, per un look romantico, fiorati o damascati.

 

Tinta prediletta dai designer e dagli ultimi trend, l’effetto dark è entrato più di recente anche in cucina, trasformandola in un ambiente di rappresentanza, al pari della zona living. Minimal ma al tempo stesso ricercata, la cucina in black si riveste di prestigio, autorità e carattere, a seconda del mix con materiali e altri colori, come il legno, il metallo, il bianco o il rosso. La giusta pavimentazione è la chiave di volta. Il nero si può osare per il pavimento, sempre a patto che ci sia la giusta illuminazione; in caso contrario, meglio preferire piastrelle che vadano dal bianco al grigio perla. Per un effetto lucido, la soluzione ideale sono delle mattonelle in marmo. Il gres porcellanato, invece, per un effetto opaco. Sulla parete, simpatica e originale è la pittura “lavagna”: un trend in crescita, perfetto gli chef più giovani e creativi. Per creare un effetto ton sur ton, la scelta del piano cucina ricade sull’ardesia, chic e al passo con le ultime mode. L’alternativa è il marmo nero, che faccia da pendant ad una pavimentazione nello stesso colore e materiale. Per i mobili, il nero è adatto sia ad un finish lucido che opaco.

Più degli altri colori forti e decisi, la scelta del nero è da evitare negli angoli meno illuminati della casa: per non sbagliare, il consiglio è di lasciare sempre i muri chiari, dedicando magari  al nero una o al massimo due pareti. L’effetto finale sarà sicuramente di maggiore profondità. Dando sfogo alla fantasia, sulle pareti si possono creare anche dei disegni o lasciare dei messaggi: basta un wall sticker per raccontare una storia e dare movimento e tridimensionalità ai perimetri. Se l’altezza della stanza lo permette, può diventare l’opzione giusta anche per la colorazione del soffitto e del pavimento. Il nero risalta negli spazi pieni di luce, soprattutto se si ha a che fare con stanze di grande metratura.

Proprio per la sua spiccata vocazione all’essenziale, la cucina nera non ha bisogno di forme e linee elaborate. Per giocare con l’ambiente scuro, gli elettrodomestici adatti avranno inserti in acciaio satinato: efficienti e funzionali, rispecchieranno l’animo contemporaneo dell’arredamento. Un esempio, la Black Range, la nuova linea di KitchenAid: quattro tipologie di forno, uno per ogni esigenza di cottura, un microonde e un cassetto scaldavivande, dove l’acciaio brunito sposa il design iconico del brand e la tecnologia Print Shield, che ne protegge le superfici da macchie e impronte. Per arricchire una cucina nera, libero spazio a robot, bilance elettroniche, frullatori, tostapane: bastano pochi oggetti in vista, da scegliere sul bianco, per creare punti luce, o colorati, ad esempio con finiture rosse, per creare un mood ancora più accattivante. Ne risulterà una cucina originale, elegante, sempre ordinata e difficilmente soggetta al passare del tempo. 

Articoli correlati

Lista dei desideri

Per poter aggiungere prodotti alla lista dei desideri devi essere registrato.

Accedi al tuo profilo

Prego confrontare un altro prodotto

Confronta

Confronta prodotti

Non puoi comparare più di 3 prodotti. Per favore rimuovi un prodotto prima di aggiungerne un altro.